Spedizioni a partire da 6.90€. Spedizioni GRATIS per ordini superiori a 69€

Perchè Biologico?

RSS
Perchè Biologico?

Da un po’ di anni a questa parte il mercato del biologico è aumentato notevolmente e continua a  espandersi grazie alla fiducia che i consumatori hanno nei confronti dei prodotti biologici, alimentata dalla crescente richiesta e ricerca di alimenti coltivati e prodotti senza chimica di sintesi, che rispettino l’ambiente e l’ecosistema, che non contribuiscano all’impoverimento dei terreni.

I prodotti biologici sono quelli maggiormente controllati, controlli che vengono effettuati anche per prevenire le truffe - riferibili quasi sempre ai prodotti d’importazione - a danno sia dei consumatori che dei tanti produttori onesti che coltivano rispettando le normative. L’ampliamento del mercato biologico ha portato a un ulteriore rafforzamento dei controlli e all’aumento della vigilanza da parte del Ministero, oltre che all’ampliamento normativo e sanzionatorio in materia di agricoltura biologica.

Oltre a essere i più controllati, i prodotti biologici vengono coltivati utilizzando solo fertilizzanti organici e ricorrendo alla rotazione delle colture che contribuisce al mantenimento delle quantità di nutrimenti nei terreni. Questo fa storcere il naso agli scettici del biologico i quali sostengono che questo tipo di agricoltura non abbia la stessa resa dell’agricoltura non biologica e che quindi necessiti di maggiore terreno.  Un rapporto ONU ha dimostrato che non è così, in quanto nel 20 % dei suoli coltivati con agricoltura convenzionale si sta verificando una riduzione della produttività causata dall’impoverimento dei terreni determinato dalla chimica di sintesi e dai concimi chimici, cosa che nell’agricoltura biologica non avviene in quanto i terreni conservano alti livelli di sostanze organiche mantenendo quindi inalterata la propria produttività.

L’agricoltura biologica presta attenzione alla sostenibilità, alla biodiversità dell’ambiente e alla qualità del prodotto che non contiene residui di prodotti fitosanitari o, per inquinamento accidentale, ne contiene in quantità minori rispetto a quella ritenuta accettabile per l’agricoltura convenzionale. È stato infatti dimostrato che seguendo una dieta biologica, già dopo una settimana, la concentrazione dei diversi fitosanitari nelle urine si riduce drasticamente inoltre vi è anche una minor presenza di antibiotici derivanti dal consumo di prodotti di origine animale. 


Comprare biologico pensando ai benefici per la salute sta diventando quindi un’abitudine sempre più diffusa ma sono in crescita anche le persone che comprano bio per ragioni legate all’ambiente e alla sostenibilità. Sta avvenendo un vero e proprio cambiamento delle abitudini di acquisto dei consumatori grazie anche alla maggiore facilità di reperire i prodotti biologici che ormai sono presenti sia sugli scaffali della grande distribuzione sia sugli scaffali digitali degli store online specializzati come www.agrigud.com. Questa diffusione capillare dei prodotti bio ha permesso un leggero abbassamento dei prezzi ma è indispensabile tenere presente che il prezzo di un prodotto deve riconoscere il lavoro che c’è dietro, i superiori costi di produzione e le rigide regole da rispettare. In commercio si possono trovare prodotti biologici a basso costo, basati su materie prime biologiche lavorate all’interno di una filiera industriale che permette di avere un abbattimento dei costi di produzione. Proprio per questo motivo, Agrigud segue il prodotto lungo tutta la filiera produttiva garantendo la totale trasparenza, genuinità e sostenibilità dei prodotti che propone oltre alla lavorazione artigianale non invasiva delle materie prime.

Post Precedente Prossimo Post

  • Ilaria Giovanzana